Is a dot a black hole?

Il filmato parte da un “flipbook”, un libro animato. Mentre l’artista lo sfoglia, un punto cresce sulle pagine, e prende vita. O è un buco nero? Molti altri punti più piccoli ne escono, volano nel cyberspazio e si trasformano – ma alla fine si perdono in una grande spirale e vengono aspirati di nuovo dal punto nero nel libro.

La musica è di Edoardo Pistolesi Somigli. “Knob-twiddler” nel campo della musica di ricerca, da sempre interessato al legame tra suono e psicologia, attualmente impegnato su studi di frequenze e sequenze audio da applicare in terapie cognitivo-comportamentali nella cura di forme varie di disturbi ossessivo/compulsivi, liberamente ispirati da esperimenti condotti da Jean Piaget negli anni ’40 del secolo scorso.
I suoni di “Is A Dot A Black Hole?” sono stati elaborati tutti sul tracker Renoise 3.0.1_

Fa parte del progetto HearteartH – vedi sito www.heartearth.xyz

titolo: Is a dot a black hole?
tecnica: Experimental video and animation
durata: 2’22”
anno: 2015
concept e visual: Maria Korporal
musica: Edoardo Pistolesi Somigli

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pin It on Pinterest

Share This